sabato 15 agosto 2020   
  Cerca  
 
Registrazione  Login  
Blog  
      

Come usare il blog

Il Blog di Marco Wong è uno spazio aperto per confronto e lo scambio di idee diretto. La vostra collaborazione ed il vostro spirito positivo ne determinano l'utilità e la concretezza e quindi il suo (e vostro) successo.

MarcoWong's Photo

Powered by TechnoratiAdd to Technorati Favorites

   
 Stampa   
 il blog    

Inviato da: Marco Wong
10/04/2009 0.06

Lo Yunnan è una provincia molto particolare della Cina. Un po’ per il clima che, in alcune sue parti, è veramente un’eterna primavera dal clima dolce e temperato che ben si accompagna ad una natura rigogliosa. In questa cornice da sogno, che è forse l’ispirazione dello Shangri-là dei romanzi, risiede una buona parte delle minoranze etniche cinesi.

La Cina riconosce 56 etnie diverse, la maggiore delle quali è la Han che costituisce oltre il 90% della popolazione cinese, con una grandissima varietà di usi, costumi e religioni. La provincia dello Yunnan è la casa per più di venti di queste etnie.

Una particolarità della etnia dei Mosuo, composta da circa cinquantamila persone, è la sua matrilinearità, in quanto i figli delle coppie vivono con la famiglia della madre e la figura maschile di riferimento è lo zio materno dei bambini.

Un’altra caratteristica dei Mosuo è il loro “matrimonio-passeggiata”. Periodicamente si tiene una danza dedicata alla dea dell’amore Gan Mu nel corso della quale le potenziali coppie si scambiano un segnale di disponibilità che permetterà alle donne Mosuo di scegliersi un partner.

Questi passerà la notte con loro, ma lascerà la casa della donna alla mattina (da qui il termine camminare, passeggiare via).

Sebbene le donne Mosuo tendano a scegliere sempre lo stesso uomo, sono tuttavia libere nelle loro scelte senza incorrere in alcun tipo di pressione sociale o di riprovazione.

La romantica ragione che viene evocata dietro questa usanza è la ricerca del vero amore, per la quale si deve lasciare la libertà all’interno della coppia.

Chissà che questa piccolissima comunità sperduta ai confini del mondo non abbia veramente vissuto nello Shangri-là con gli usi e costumi di un paradiso terrestre perduto.

E chissà che la loro romantica ricerca dell’amore vero e perfetto non possa essere di ispirazione anche il resto del mondo.

 

Tags:

1 commenti...

Re: alla ricerca dell'amore vero e perfetto nello Shangri-là

Penso che questo possa essere considerato un vero esempio di "saper fare" antropologia culturale ed etnografia. Bello questo Blog! Complimenti.

Da Cinzia a   16/05/2009 22.55

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla  
   
  
 Blog_Archive    
   
 Stampa   
 New_Blog    
Devi loggarti ed avere i permessi per creare o modificare un blog.
   
 Stampa   
 Search_Blog    
   
 Stampa   
DotNetNuke® is copyright 2002-2020 by DotNetNuke Corporation